Zazza
Breaking News
L'Istituto Teodoro Gaza partecipa alla 12a...
A Sala Consilina, un convegno sulla Pace fiscale
San Giovanni a Piro, Birba scomparsa da una...
San Giovanni a Piro, pile e placche nuove per il...
Celle di Bulgheria, ristrutturata la fontana piu...
La Pastorale Familiare e Vita organizza il quinto...
Borse di studio per gli studenti delle scuole...
Telesoccorso gratuito per anziani e disabili, al...
Torraca: il campo sportivo in memoria dei due...
Piano di Zona S9, 724mila euro per l'occupazione...
Camerota, progetto asilo nido ammesso a...
La Citta' di Salerno chiude, licenziati tutti i...
Il Consigliere provinciale Carmelo Stanziola neo...
Parco Nazionale del Cilento: Patrocini e...
Procede l'iter per la strada Camerota-Lentiscosa
L'abbraccio sangiovannese per il popolo...
Nel Parco del Cilento la seconda edizione della...
Piano di Zona S9, in arrivo due nuove autovetture...
Studenti cilentani al lavoro in Capitaneria di...
Torraca, al via i lavori per la metanizzazione
L'Associazione Il Tempo per L'oro di Sapri...
Online il nuovo sito web istituzionale del Comune...
Promozione delle imprese che puntano al futuro,...
Eletto il nuovo Consiglio provinciale di Salerno....
Graficamente: tanta voglia di riscatto del...
Camerota, a mensa una figura esperta per bambini...
Una Marcia per la Pace, le immagini da San...
La Fondazione Angelo Vassallo Sindaco Pescatore e...
Eletto il nuovo direttivo della Pro Loco San...
Giorno della Memoria, a Salerno la consegna della...
Cilento di Corsa 2019, svelate le 14 tappe del...

L'Europa chiama il Cilento: giovani aspiranti imprenditori si danno appuntamento a Sapri



Da Eurolandia ad Europe Land, oltre gli stereotipi per creare sviluppo rurale. Nel suo Atlante dei pregiudizi, l’artista bulgaro Yanko Tsvetkov “fa a pezzi l’Europa”, mostrando venti maniere diverse di dividere il Vecchio Continente, in base a similitudini e differenze colte al suo interno. Dallo sberleffo degli stereotipi, emerge la tensione positiva alla condivisione di valori e alla creazione di sinergie e reti innovative.

Con lo stesso spirito, l’Associazione Cilento Youth Union, replicando un modello già sperimentato, con successo, in aree interne emblematiche del Cilento, come Rofrano e Massicelle, organizzerà lo scambio culturale giovanile internazionale “Europe Land”, sul tema dell’imprenditoria giovanile applicata allo sviluppo rurale sostenibile.

Saranno coinvolti 25 giovani, provenienti da Grecia, Lituania, Romania, Spagna, ai quali si aggiungerà il gruppo italiano formato dai giovani cilentani selezionati dagli organizzatori, tra quanti hanno risposto alla specifica call pubblica. Si confronteranno e condivideranno idee sulle problematiche connesse allo sviluppo locale, secondo un approccio analitico diretto ad approfondire tecniche di progettazione d'impresa, nella prospettiva di promuovere imprenditoria giovanile. Si adotterà l'educazione non formale quale metodo volto ad attivare una dinamica di apprendimento orizzontale e pragmatica, adatta a stimolare l'inclusione e l'integrazione rispetto al tessuto sociale ed economico territoriale.

Il progetto è stato finanziato dall’Agenzia Nazionale della Gioventù, nell’ambito del programma Comunitario Erasmus Plus 2014-20, che fissa, tra le altre priorità, anche il miglioramento del livello delle competenze e delle abilità chiave dei giovani, compresi quelli con minori opportunità; la promozione di forme di cittadinanza attiva e di partecipazione alla vita democratica in Europa;  l’acquisizione di conoscenze e competenze, attraverso esperienze di mobilità, spendibili nel mercato del lavoro.

Le attività si svolgeranno a Sapri, individuata quale riferimento del Sistema Territoriale Bussento, a partire dal prossimo 16 novembre, presso l’Aula consiliare municipale, messa a disposizione dall’Amministrazione Comunale guidata dal Sindaco Antonio Gentile, che patrocina l’iniziativa. I giovani partecipanti alloggeranno nella Città della Spigolatrice fino al 24 novembre.

Per il 2017, l’Eurostat colloca l’Italia al primo posto, tra i Paesi dell’Unione Europea, per tasso di NEET, con il 25,7% di giovani tra i 15 e i 24 anni che non studiano non lavorano e non fanno formazione; segue la Grecia al 21,3%; Romania, Spagna e Lituania fanno registrare rispettivamente un tasso del 17,8%, del 17,1%  e del 12% circa. La Campania si conferma maglia nera in Europa, con il 38,6% di giovani tra i 18 ai 24 anni liberi da impegni e progetti di lavoro e studio: dato del 2017, in crescita rispetto all’anno precedente (Eurostat). La sola provincia di Salerno si attesta ad un tasso NEET 15-29 del 32,32% (anno 2017, ISTAT).

In questo scenario, la capacità imprenditoriale rappresenta uno strumento decisivo a disposizione delle aree rurali e svantaggiate al fine di ridurre il tasso di disoccupazione giovanile, in funzione deterrente rispetto al fenomeno dello spopolamento. I recenti dati Unioncamere delineano una tendenza positiva rispetto all’attivazione di nuove imprese giovanili, con la Campania questa volta in maglia rosa. Investire sull’accompagnamento alla creazione di impresa costituisce un efficace supporto a favore dei giovani inattivi delle aree interne e rurali, catalizzando lo sviluppo mediante la valorizzazione del capitale umano.

Comunicato stampa

Altri articoli Associazioni

0 Commenti

   Per scrivere e visualizzare i commenti occorre la registrazione ! Registrati
Se sei già registrato effettua il login