Zazza

Dario Vassallo Socio onorario dell'Associazione Battiti di Pesca



“Il mare unisce i paesi che separa”. È stata proprio la risorsa mare a consacrare l’unione tra due belle storie, figlie di uno stesso territorio che prova a riscoprire quei valori che gli uomini dovrebbero custodire e tramandare come mantra: lealtà verso gli altri, legalità nell’agire, tutela dell’ambiente.

Fari guida dell’Associazione Battiti di Pesca, guidata dal Presidente Antonio Scarfone, che in questi anni ha avuto il merito di costruire sulla scorta della passione per la pesca ricreativa, un caleidoscopio di appuntamenti che hanno contribuito a dare lustro alla bellezza inesauribile del mare.

Figlio di quello stesso mare è Angelo Vassallo, il Sindaco Pescatore di Pollica-Acciaroli, strappato alla sua gente da una mano criminale che oggi a distanza di 10 anni non ha ancora un volto.

Il momento più buio del Cilento, ma in quelle tenebre si è fatta strada la luce della Fondazione che riporta oggi il nome di quel pescatore, alla ricerca di una verità intrisa del sangue di un uomo libero. Di un fratello: Dario Vassallo.

La marcia della memoria ad Acciaroli è divenuta una strada lungo la quale si sono incontrati esperienze, idee e progetti che prendono forma. Ad iniziare dalla Grande Onda, realizzata dall’artista Sante De Biase sotto la supervisione della professoressa Fausta Altavilla, con tantissime bottiglie di plastica verde e azzurre, provenienti da ogni parte dello stivale e meandro del Cilento. All’alba un furgone pieno giunge da Sapri, con Antonio e Raffaele alla guida.

Un’opera che prova a ricordarci che siamo tutti responsabili del benessere dei nostri mari. Così come il progetto voluto dalla Fondazione e presentato alle Nazioni Unite sulla necessaria opera di pulizia dei fondali marini, liberandoli da ogni forma di inquinamento.

La navigazione in questi anni è proseguita lambendo Capri, dove il Teatro del Quisisana, stracolmo di studenti, ha ospitato il progetto di “Battiti di pesca”, varato insieme alla Fondazione, per far sì che anche un piccolo gesto possa avere un significato importante per il mare, come lo è quello di utilizzare una borraccia plastic free da donare agli alunni delle scuole. Perché è da quei ragazzi che il messaggio può continuare a viaggiare senza sosta.

La Grande Onda di Angelo Vassallo diventa anche un cortometraggio dedicato al mare e agli uomini, con i volti dell’Associazione Battiti di Pesca e della Fondazione Angelo Vassallo Sindaco Pescatore.

Una simbiosi che oggi acquista il crisma ufficiale con il conferimento della qualità di Socio Onorario da parte dell’Associazione Battiti di Pesca a Dario Vassallo, fratello di Angelo e Presidente della Fondazione, quale “contributo di eccellenti personalità che, mosse dalla propria nobiltà d’animo, si sono riconosciute nei principi statutari quali: la promozione della pesca ricreativa, la tutela della Risorsa Mare e la valorizzazione dei territori attraverso lo sviluppo identitario delle tradizioni legate all’ambiente marino-costiero e fluviale-montano”.

E così nella quarantena forzata, in cui impera il distanziamento sociale, il mare continua ad unire gli uomini tracciando nuove rotte a testimonianza che la bussola della legalità e della verità non conosce ostacoli insuperabili, da oggi con un battito in più: Dario Vassallo!

Altri articoli Associazioni

0 Commenti

   Per scrivere e visualizzare i commenti occorre la registrazione ! Registrati
Se sei già registrato effettua il login