Gabetti
Breaking News
Per la Nativita' di San Giovanni Battista a...
Estate nel Comune di Santa Marina, tutte le...
A Scario il collaudo di un armo velico...
Sabato 23 giugno l'attesa cerimonia di...
Prevenzione del Tumore al colon retto, a Scario...
Voce a Vento sul Monte Bulgheria
Antonio Angri e Claudio Selicato conquistano il...
Maratea conferma le 5 vele. Il Sindaco Cipolla:...
Camerota conquista le 5 Vele, Scarpitta:...
Il mare piu' bello 2018, 5 vele a Cilento Antico...
Cultura e arte al Castello di Torraca
Studentessa di San Giovanni a Piro conquista il...
La Protezione Civile di Torre Orsaia inaugura la...
Ventuno anni fa moriva Silvia Ruotolo, vittima...
Caos Stir: Santa Marina diffida Eco Ambiente. A...
San Giovanni a Piro si tinge di viola grazie...
Pyros 228: Corsalonga 36, confermata autenticita'...
Turismo: nuovo sistema parcheggi nel Comune di...
Tanto spettacolo al Dual Match di pugilato ad...
Camerota, i Saraceni assaltano il paese: grande...
Nigro, pokerissimo a Villammare. Trionfano anche...
Festa del Mare Uisp 2018: Scario sul Tg3 Rai...
Istituzione di un Commissariato di Polizia nel...
Lucia Forabosco presenta: l'Anello di Santa Rita,...
Lotta alla ludopatia: la proposta del Psi di...
Capitan Ventosa a San Giovanni a Piro! il video...
Il pesce pettine: in attesa dell'arrivo nelle...
San Mauro La Bruca ha due nuovi cittadini...
Le Eco-aule arrivano in Campania
Il Ministero ricostituisce la Commissione di...
San Severino di Centola, inaugurato un Centro...
Il centro storico di Marina di Camerota teatro...
L'avv. Franco Maldonato rassegna le dimissioni da...
Il Vescovo De Luca indice la Visita Pastorale...
L'amore tra il nocchiero Palinuro e la ninfa...
Corpus Domini 2018, le foto da San Giovanni a Piro
Eventi estate 2018 a Camerota: cultura,...
Gestione del problema Cinghiali: operativi 230...
Pietrasanta 2018, la festa raccontata attraverso...
Alla campionessa del mondo Lubrano ed a Pugliese...
Tutte le foto della #36Corsalonga
Partita la macchina organizzatrice della seconda...
Emozionante primo posto a Reggio Emilia per...
Aperte le iscrizioni alla 12a edizione del...
Scario, nuove limitazioni e divieti nel centro...
A luglio Lo Stato Sociale a Scario per...
Francesco De Gregori, Luca Barbarossa e Luca...
EQUINOZIO D'AUTUNNO XIII edizione: anteprima 22...
Grande Concerto di Francesco De Gregori a Scario...

A rischio la pesca delle alici di Menaica nel territorio cilentano



La pesca della menaica, tramandata da una generazione all'altra e portata nel Cilento dagli antichi Greci, è praticata nel Cilento e sulle coste della Sicilia. È un tipo di pesca molto particolare, infatti è rispettosa del mare e conciliabile con l'ambiente, in quanto, grazie al tipo di reti utilizzate che, avendo delle maglie molto piccole, trattengono le alici più grandi, lasciando le altre libere e quindi non risultando dannose per l'ecosistema. A praticarla sono un numero molto modesto di piccoli pescherecci, in particolar modo a Pisciotta, Palinuro, Marina di Camerota e Acciaroli.

Ebbene, a causa proprio delle reti, ritenute dello stesso tipo delle ferrettare che sono utilizzate illegalmente, la Guardia di finanza minaccia di bloccare tutte le operazioni.

In un'intervista a Impronta Cilento Vittorio Rambaldo, pescatore, produttore e membro dell'associazione Alici di Menaia, difende la pesca della Menaica: "Abbiamo bisogno di sostegno dal Ministero. La Menaica non appartiene alla categori della Ferrettara, ma è tradizionale e preserva il mare. Peschiamo pochissimo, solo esemplari piu grandi, del branco prendiamo solo il 20 per cento". Tutti i pescatori sono sul piede di guerra, dato che ci si trova in periodo di pesca (che va da aprile a giugno) e si rischia quindi di non poter lavorare e tantomeno di portare in tavola il prodotto di punta dei presidi di Slow Food della Campania e di tutta Italia, e si punta il dito sulla continua pesca di frodo del pesce azzurro, di enorme gravità.

La stessa Slow Food si è schierata a favore dei pescatori. Come ha affermato Giuseppe Jepis Rivello, fiduciario della Condotta Slow Food Camerota-Golfo di Policastro: "Abbiamo bisogno di risolvere una volta per tutte questo problema, anche perché si va oltre il prodotto. Si va oltre l'aspetto commerciale.  Siamo nel cuore della nostra identità e delle nostre radici. Non possiamo difendere e tutelare la Dieta mediterranea mentre poi quelle stesse istituzioni che la difendono si trovano a minarla nel quotidiano. I piccoli pescatori della Menaica, che sono essi stessi presidio di una pratica che va avanti da centinaia e migliaia di anni, non possono essere ostaggio di una legge che non tiene conto di quelli che sono gli aspetti e valori reali della nostra cultura. E' un problema innanzitutto culturale e poi economico".

Giuseppe Grieco

Altri articoli Attualita'

0 Commenti

   Per scrivere e visualizzare i commenti occorre la registrazione ! Registrati
Se sei già registrato effettua il login