Gabetti
Breaking News
Giornata degli alberi 2017 a San Giovanni a Piro...
Policastro: un ulivo in memoria di Dorotea e di...
''Malavita e Fiumi d'oro'', incontro con Nicola...
Sapri, l'acqua ritorna potabile
Il comitato territoriale SNOQ di Sapri per la...
Omicidio del Sindaco pescatore: la Fondazione...
In occasione della Giornata contro la violenza...
Cilento, tutto pronto per Adotta un ulivo
Camerota, Comune mette a disposizioni terreni...
Cilento di Corsa 2018, ufficializzate le 12 tappe
Inaugurato a Scario il nuovo parco giochi...
Consac sul servizio nel golfo di Policastro:...
La tecnologia digitale in Ortopedia ad Oliveto...
Camerota, il 25 novembre si accendono le...
Da Santa Marina richiesta di chiarimenti a Consac...
Sapri: acqua non potabile, arriva l'ordinanza del...
Camerota, il Sindaco Scarpitta: vi mostriamo come...
San Giovanni a Piro: cittadinanza onoraria al...
Salvo' bambina da annegamento: al dott. Gerardo...
Nuove e straordinarie scoperte archeologiche a...
Presentato il progetto di Palazzo Salerno
Crepa nel Castello di Policastro, ordinanza del...
Blitz antidroga nel basso Cilento
Sancita ufficialmente l'affiliazione tra Sporting...
Per la Giornata dell'Unita' Nazionale inaugurato...
104 anni di Felic(e)ita'!
Il Cineteatro Tempio del Popolo di Policastro e...
Inaugurata la Mostra ''I colori di Ortega tra...
Da San Giovanni a Piro le immagini in occasione...
All'eroe di Sparta, Giuseppe Tripari, dedicata la...
Fede, tradizione e pieta' popolare: Rosalia...
Corsa del Mito, ufficiale: si corre il 12 maggio...
Maria Cetrangolo prima eletta al Congresso...
Il terzino del Toro Cristian Molinaro partecipa...
Bellissima giornata di sport a Scario, Alessandra...
Rinvenuta lontra morta sulla Cilentana
Cilento Experience: un territorio da vivere. Tra...
La Rai sceglie Maratea per il Capodanno 2018

Presentato il progetto di Palazzo Salerno



Si è tenuto mercoledì pomeriggio, nella chiesa di San Nicola a Camerota capoluogo, l’incontro tra i tecnici, l’Amministrazione Comunale di Camerota e i cittadini per presentare il progetto di riuso e riqualificazione di Palazzo Salerno. All’incontro hanno preso parte il sindaco di Camerota, Mario Scarpitta; l’assessore dott. Tere Esposito; il vicesindaco, l’avvocato Francesco Calicchio; l’ingegnere Alessandro Di Rosario, responsabile unico del procedimento; l’architetto Antonietta Coraggio (direttrice dei lavori); il collaudatore del progetto in corso d’opera l’ingegnere Giovanni Volpe; l’architetto Nicola Greco (supporto al R.U.P.). 

L’importo del contratto è di 645.814,86 € comprensivi di oneri di sicurezza. Il palazzo è stato già acquisito dal patrimonio del Comune per un importo di 250 mila euro già versato. La fine dei lavori è prevista per il 14 marzo 2018. 

«L’amministrazione comunale questa sera è qui – ha sottolineato il sindaco, Mario Scarpitta - per dare il via ai lavori di recupero e di riuso del palazzo Salerno, una delle dimore storiche del nostro Comune da troppi anni in disuso. Questa Amministrazione, che tra le sue prerogative si è posta quella della trasparenza e della partecipazione attiva della cittadinanza, vuole dare prova di quanto detto. Abbiamo voluto presentare in anteprima quella che sarà l’opera finita. Questo nuovo modo di rendere alla popolazione l’idea di quello che si andrà a realizzare va nella direzione della partecipazione condivisa. Questa azione – ha continuato il primo cittadino - è volta anche all’informazione e a coinvolgere la cittadinanza, la quale seppur consapevole dei disagi che si incorreranno durante il periodo di costruzione dell’opera, con quello che vi mostreremo stasera siamo sicuri ne varrà la pena»

La realizzazione di Palazzo Salerno è un’opera dal forte impatto artistico culturale all’interno della quale sono previste attività sociali, sala polifunzionale per conferenze e cineforum, sala multimediale, schedari di lettura, consultazione per libri, una biblioteca sociale, un’emeroteca (raccolta ordinata di giornali e periodici messi a disposizione del pubblico per consultazione e lettura), spazio ricreativo per laboratorio artistico (lavorazione creta ad esempio), mostre permanenti, mostre temporanee, laboratorio artigianale, zone espositive e sala congressi. Dunque un vero e proprio contenitore socio-artistico e culturale. Una macchina a disposizione del territorio per poter promuovere il turismo culturale, soprattutto. 

COMUNICATO STAMPA

Altri articoli Attualita'

0 Commenti

   Per scrivere e visualizzare i commenti occorre la registrazione ! Registrati
Se sei già registrato effettua il login