Zazza

Comuni ciclabili 2019, bandiera gialla per San Giovanni a Piro, Camerota e Castelnuovo Cilento



Tre comuni cilentani hanno ricevuto a Verona, presso Palazzo Barbieri, la bandiera gialla dei Comuni Ciclabili, un’iniziativa promossa dalla Fiab - Federazione Italiana Amici della Bicicletta. Si tratta di San Giovanni a Piro, Camerota e Castelnuovo Cilento che, grazie al riconoscimento, potranno anche vantare l’inserimento nella “Guida ai Comuni Ciclabili d’Italia”.

Per San Giovanni a Piro era presente, a ritirare il riconoscimento, il Vicesindaco e Assessore al Turismo e Ambiente, Pasquale Sorrentino, che dopo l’evento ha commentato: “Il Comune di San Giovanni a Piro diventa Comune ciclabile, non lo consideriamo un premio, ma una strada da seguire”. “E’ stato riconosciuto il nostro impegno per i sentieri CicloTuristici, merito dell’Associazione Sentieri del Cilento, - ha spiegato il Vicesindaco - e per i nostri centri storici ‘Zona30’ chiusi (in agosto) al traffico veicolare. Ne è valsa la pena. Verona ha conosciuto un Sud diverso, che non si piange addosso, che guarda al futuro con orgoglio. Grazie al Sindaco Ferdinando Palazzo per aver sostenuto queste scelte e all'Ing. Giuseppe Sorrentino, Presidente del Consiglio Comunale, vero motore di questa iniziativa slow”.

Per il Comune di Camerota c’era Angela Di Lorenzo, vicepresidente Fiab Camerota - Cilentoinbici Asd, presente a Verona anche in rappresentanza dell’associazione nazionale ‘Esperti promotori mobilità ciclistica’, nella quale ricopre il ruolo di coordinatrice della Regione Campania ed è una dei cinque membri del direttivo.

«Questo riconoscimento è il proseguimento del lavoro avviato l’anno scorso che ci ha visti premiati a Bologna nella prima edizione di Comuni Ciclabili - ha dichiarato il sindaco di Camerota Mario Salvatore Scarpitta -. Un ringraziamento particolare ad Angela Di Lorenzo e alla famiglia Moretti che hanno creduto fin da subito a questo progetto. Si tratta di un’altra nicchia di mercato da conquistare, quella della bicicletta e del turismo sostenibile è una via che Camerota e questa Amministrazione stanno già percorrendo. Il nostro Comune, infatti, non è più solo mare, ma tantissime altre cose come la natura, la gastronomia, la dieta Mediterranea, il turismo lento e quel processo di destagionalizzazione che parte anno dopo anno sempre con più forza e decisione».

Altri articoli Attualita'

0 Commenti

   Per scrivere e visualizzare i commenti occorre la registrazione ! Registrati
Se sei già registrato effettua il login