Zazza

Arte, Terra e Gusto: le ''Visioni del Cilento'' protagoniste a San Giovanni a Piro



Una splendida vista sul Golfo di Policastro fa da cornice alla Tenuta Terre di Bosco, una struttura semplice ed elegante che, immersa tra ulivi secolari, sorge nel Comune di San Giovanni a Piro. È questa la location in cui si è svolta, sabato 13 aprile, l'edizione zero di "Visioni del Cilento" ideata da Federico e Giuseppe Iannaccone e patrocinata dal Gal Casacastra e dal Parco Nazionale del Cilento, Vallo Di Diano e Alburni.

Un evento che ha coinvolto le visioni di terra, arte e gusto, allo scopo di scoprire i mille volti del Cilento che si intrecciano tra loro fino a formare una terra straordinaria fatta di storia, antiche tradizioni, miti, leggende, sapori e bellezze paesaggistiche.

Fin da subito, l'idea è stata sposata dal Primo cittadino di San Giovanni a Piro Ferdinando Palazzo, dal Vicesindaco Pasquale Sorrentino e dal Presidente del Consiglio Comunale Giuseppe Sorrentino che hanno partecipato attivamente alla giornata, arricchita anche dalla presenza del Presidente del Parco Tommaso Pellegrino.

Il via alle Visioni d'Arte è stato dato dal giornalista Alfonso Sarno e dall'esperto di comunicazione Roberto Quatraccioni: quadri, foto, reading e mostre di artisti hanno raccontato l'anima disponibile e gentile del Cilento. Nel pomeriggio, Nicola Cobucci ha accompagnato i presenti alla scoperta della Casa e del Museo del pittore e scultore spagnolo José Ortega.

Infine, si è dato spazio alle Visioni di Gusto con degustazioni e menù speciali realizzati dallo Chef di Terre di Bosco Giuseppe Amato che, per l'occasione, si è avvalso dei prodotti di rinomate aziende cilentane: la pasta senatore cappelli e il cannolo ripieno di ricotta dell'Azienda agricola La Petrosa, la pasta artigianale trafilata al bronzo del Pastificio Re Cilento, l'olio evo della Fattoria Ambrosio, il miele e il farro dell'Azienda Cavalieri, i fichi dell'Azienda agricola Muriké e il gelato al rosmarino e crumble al limone salato con neve di menta, carruba e acqua di mare dello chef glacier Enzo Crivella e dello Chef Pascal Sfara.

"Visioni del Cilento non è solo l'incontro di un giorno tra visionari, ma un modo nuovo di raccontare questo territorio che deve suggestionare chi lo vive o lo visita. Un modo per immaginarlo e viverlo nella bellezza dell'arte, del cibo e dei paesaggi unici. Gli abbiamo dato il nome di edizione 0 perché pensiamo di poterla ripetere al più presto", il commento di Federico Iannaccone, titolare della Tenuta Terre di Bosco.

Vincenza Alessio

Altri articoli Attualita'

0 Commenti

   Per scrivere e visualizzare i commenti occorre la registrazione ! Registrati
Se sei già registrato effettua il login