Gabetti
Breaking News
Bosco, San Giovanni a Piro e Scario alla Borsa...
Provincia senza soldi, esposto cautelativo del...
La Provincia approva il PUC del Comune di San...
Online il secondo bando del progetto ErasmusPlus...
Cultura e innovazione per Velia bene comune
Firmato accordo di programma tra Regione...
Avviso agli automobilisti: chiuso un tratto di...
Cilento di Corsa: a Salerno la presentazione del...
Anziano scomparso a San Giovanni a Piro, alcune...
8 sotto un tetto! la storia della famiglia...
Parte la seconda edizione del Premio...
Deferite 17 persone per reati in materia...
Risate e solidarieta' alla Festa AVSI 2017 (VIDEO)
Il Cineteatro Ferrari lancia l'iniziativa 'Ti...
Una pizza per l'Africa
Importante e utile iniziativa per i cittadini...
Il Parco Nazionale abbatte l'ecomostro di Petina
Parole Note sul palco del Cineteatro Ferrari
Nella Giornata dedicata alla Consapevolezza...
Giornata nazionale contro le mafie, il Piano di...
30enne trovato in possesso di 50 grammi di...
Foto e corti dal Cilento, il Premio Pietro De...
Caserta: primo trionfo in una maratona per...
A Marina di Camerota, Minerva - Mostra Collettiva...
Omicidio di Roccagloriosa: rimossi i sigilli alla...
Lavoro: Consac cerca operai
A Policastro Bussentino la XXXII Giornata...
Capo Palinuro: sequestrate le grotte del...
Sviluppo rurale: aperti i termini per la...
Fratelli d'Italia-AN sceglie i portavoce comunali...
Terremoto politico a Camerota. Il Sindaco rimuove...
Riscopriamo il territorio: la Porrazzita e la...
Pro Loco San Giovanni a Piro Bosco, aperte le...
Improvviso colpo di scena per la carica di...
Il Consigliere Sorrentino, deleghe in Provincia:...
Dramma a San Giovanni a Piro, muore nella propria...
Provincia, il Presidente Canfora ufficializza le...
La dea bendata bacia Scario, vinti 22.350 euro
Innalzamento del Mediterraneo, Scario scelto come...
10 pagine dedicate a San Giovanni a Piro sulla...
40 anni di risate e sfotto', ecco il Testamento...
Le immagini della quadriglia e del carnevale 2017...
L'Istituto T. Gaza organizza il 13esimo Premio di...
'A Prescindere...': dal 21 al 23 luglio la 5a...
La programmazione fino a marzo del Cineteatro...
Cilento di Corsa 2017, ufficializzate le 11 tappe
Il Premio letterario Roccagloriosa giunge alla...
Classifica della qualita' delle acque per il...
Obbligo di catene a bordo o pneumatici da neve da...
Intensa e sentita celebrazione della Virgo...
Avviso: pulizia strade, attenzione ai divieti di...

Maratea: l'allerta di Protezione Civile arriva via WhatsApp



La Protezione Civile G. L. di Maratea, al fine di incrementare la cultura di protezione civile legata alla prevenzione, ha attivato un nuovo sistema di allerta via WhatsApp, sistema coordinato dal Sindaco Domenico Cipolla e dall’Uff. Protezione Civile del Comune di Maratea.

Un nuovo servizio per i residenti e i gentili ospiti della città di Maratea: l'invio di messaggi di allerta e notizie correlate via "WhatsApp", l'applicazione di messaggeria istantanea per telefonia mobile, probabilmente al momento la più diffusa al mondo e sicuramente nel nostro paese. Il servizio permetterà all'utente, ovunque si trovi, di ricevere sul proprio smartphone le comunicazioni inerenti il territorio di Maratea e legati ad aspetti della protezione civile e quindi della prevenzione.

“Nella presentazione dei piani di emergenza comunale, ma anche nei corsi volti alla cittadinanza legati alla prevenzione spesso mi viene posta la domanda in quale modo avvisare la cittadinanza in casa di allarme e così è nata l'idea di utilizzare WhatsApp, un sistema economico che può raggiungere più persone, i nostri cittadini” Questo è quello che afferma il Disaster Manager Muscatello Giuseppe presidente della Protezione Civile G. L. di Maratea, inoltre aggiunge “la prevenzione esige un lavoro in "unione" tra il sistema di protezione civile e i singoli cittadini, perché quando parliamo di azioni, prevenzione, non possiamo più ragionare al singolare, siamo in una situazione di unione. Le calamità possono colpirci tutti, e insieme dobbiamo trovare strade per non farci trovare impreparati”.

"I recenti fatti di cronaca hanno creato sgomento, interrogativi e ricerca di attori su cui scaricare le responsabilità. I Comuni purtroppo - ha sottolineato il Di.Ma Muscatello - non possono essere i detentori di ogni responsabilità: a loro spetta, per esempio, la pulizia dei ponti ma non è sufficiente, serve una particolare sinergia e una collaborazione tra il sistema di protezione civile e i cittadini. Anche i cittadini devono sentirsi chiamati in causa: facciano segnalazioni se opportuno, è importante far circolare le informazioni”.

Conclude Muscatello: “L’idea di utilizzare WhatsApp è un nuovo progetto da costruire magari in rete con il sistema di protezione civile ma che può portare frutti maggiori delle tante allerte”.

Per l’attivazione del servizio notifiche sarà sufficiente inviare un messaggio WhatsApp con testo “ALLERTOK NOME e COGNOME” al numero 347.2830337. L'utente non riceverà spam né alcun messaggio pubblicitario. Per l’iscrizione al servizio sarà sufficiente seguire queste semplici istruzioni: 1) aggiungere alla lista di contatti del telefono il numero 3472830337 - 2) inviare al numero un messaggio WhatsApp con testo “ALLERTOK NOME e COGNOME”.

I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun utente potrà vedere i contatti degli altri iscritti al servizio, né l’elenco degli iscritti. Il servizio avrà lo scopo di informare la cittadinanza sui seguenti contenuti:

- Emergenze: per tutte le notizie a carattere di allerta, nonché comunicazioni a carattere di emergenza emesse dal servizio di Protezione Civile o di emergenza in genere;

- Info città: informazioni sui servizi comunali, enel, acqua, viabilità e su altre questioni di interesse pubblico, per l’incolumità pubblica e corsi legati alla prevenzione e cultura di protezione civile da parte della Protezione Civile G. L. di Maratea.

Maggiori informazioni sono presenti sulla pagina facebook Protezione Civile GruppoLucano di Maratea.

Comunicato stampa

Altri articoli Avvisi al cittadino

0 Commenti

   Per scrivere e visualizzare i commenti occorre la registrazione ! Registrati
Se sei già registrato effettua il login