Zazza

Il Laboratorio sartoriale dona 100 mascherine protettive alla comunita'. Nell'articolo alcune importanti info sull'utilizzo corretto



Questa mattina sono state donate dal Laboratorio sartoriale ideato dall'Associazione VivaCilento e diretto dal Maestro Mario De Martino 100 mascherine protettive realizzate in collaborazione con le allieve che hanno lavorato, ciascuna da casa, in questo periodo di emergenza, per dare un proprio contributo a sostegno della comunità sangiovannese.

A questo proposito, il Comune di San Giovanni a Piro comunica che, al fine di garantire ulteriore assistenza in riferimento a informazioni e/o forniture varie, è stata attivata una mail dedicata a cui poter inoltrare richieste dettagliate; il numero cellulare 333.3340436 (Ufficio Turismo e Promozione) diventa utenza di Assistenza ai Cittadini, in questo particolare momento. 

E’ preferibile scrivere (mail, sms, whatsapp) la propria richiesta, riservando per le emergenze la linea telefonica. 

I CONTATTI PER L’ASSISTENZA: 

assistenzacoronavirus@gmail.com 

333.3340436 (telefonate, sms, whatsapp) 

L’Amministrazione Comunale ringrazia il Sig. Gerardo Cetrangolo (che nelle scorse settimane ha donato le mascherine realizzate a mano per tutti i dipendenti del Comune), l’Ass. Viva Cilento ed il Laboratorio Sartoriale a cura di Mario De Martino per la donazione di mascherine protettive che possono essere richieste secondo le modalità indicate.

Cogliamo l’occasione per condividere queste importanti informazioni sull’utilizzo corretto delle mascherine (fonte Repubblica.it)

Sì ricorda che l'uso della mascherina aiuta a limitare la diffusione del virus solo se adottata in aggiunta ad altre misure di igiene respiratoria e delle mani. Non è utile indossare più mascherine sovrapposte.

Prima di indossare la mascherina bisogna lavare le mani con acqua e sapone o con una soluzione alcolica. Poi coprire bocca e naso con la mascherina assicurandosi che aderisca bene al volto ma evitando di toccarla mentre la si indossa. Va tolta prendendola dall'elastico e senza toccare la parte anteriore della mascherina. Poi va gettata immediatamente in un sacchetto chiuso e dopo bisogna lavarsi le mani. 

La mascherina "artigianale" va ogni volta disinfettata e igienizzata. Mentre la mascherina chirurgica, quella verde, serve per proteggere gli altri dal contagio che noi possiamo rappresentare perché è disegnata per far in modo che la saliva emessa quando si parla non possa raggiungere né le persone né le superfici, le mascherine  FFP2, FFP3 e N95 sono invece protettive solo per chi le porta. Quindi è giusto che vengano indossate dai medici che sono più a rischio ma chi le indossa per strada - a meno che non abbia patologie respiratorie gravi come la bronchite cronica ostruttiva o patologie polmonari croniche - non protegge gli altri perché la valvola ha un flusso monodirezionale, cioè filtra solo ciò che entra dentro la maschera e non quello che esce. Questo significa che se chi la indossa è già infettato, il suo respiro può arrivare agli altri e contagiarli.

Altri articoli Avvisi al cittadino

0 Commenti

   Per scrivere e visualizzare i commenti occorre la registrazione ! Registrati
Se sei già registrato effettua il login