Gabetti
Breaking News
Solenni Festeggiamenti in onore di San Gaetano da...
A Scario la quinta edizione del Memorial Giovanni...
La Fedelissima bloccata a Ostia a causa delle...
Nasce a Castel Ruggero l'associazione ''Oltre il...
Processione di Sant'Anna rinviata per il cattivo...
Accordo tra i comuni del monte Bulgheria e il...
La presentazione del volume ''Il Grande Esule di...
Il 30 luglio la notturna della ''Vallo in Corsa -...
Torrentismo, emozioni e brividi lungo i canyon...
Camerota e' Vacanza: ecco il tabellone degli...
In occasione del Memorial Giovanni Tancredi a...
Apericena a Ciolandrea
Ritorna il concorso di pittura estemporanea...
Scenario apocalittico per le zone di Scario...
Prima riunione per il neo comitato ''Almeno...
Concerto a Cala Bianca
Il Vicesindaco Sorrentino: in condizioni di...
A Paestum boom di visitatori, oltre 50 mila, per...
Camerota dichiara guerra a chi sversa...
Connessione internet gratuita sul porto di Scario
Incendi: da Corsico solidarieta' per San Giovanni...
Camerota, consigliere becca cittadino che getta...
Navette bus gratuite dal golfo di Policastro per...
Avviso importante: tutti i giorni sospensione...
Gabbani a Scario, le parole del Sindaco e le...
Incendi: Scario in ginocchio, immagini drammatiche
Cambio al vertice del Rotary Golfo di Policastro:...
L'ing. Marotta presenta il libro Storia di un...
La Messa in diretta da Policastro, qui il video...
Una panchina rossa per Pierangela Gareffa,...
I Testimoni di Geova invitano tutti al congresso...
Roghi in Campania, la Provincia: chiediamo aiuto...
Arte, spettacolo, gioco e sicurezza stradale:...
La mia isola, quella dei ricordi! Orlando Morrone...
Sapri: centinaia di persone ed applausi a scena...
Squalifica di Bassano per doping. La Podistica:...
Scario, ritorna la Guardia Medica turistica
Scario ancora sulla Rai: ecco il servizio del Tg3...
San Giovanni a Piro: inaugurato il nuovo impianto...
Dal tavolo tecnico sulla crisi idrica nasce un...
San Giovanni a Piro, inaugurati i locali di...
Il comune di San Giovanni a Piro su Rai3, ecco il...
Inedito: San Giovanni a Piro nel 1812, su Pyros...
Decreto sulla vaccinazione obbligatoria dei...
Super concerto di Francesco Gabbani a Scario
Preparate le carrette...a Caselle arriva la Crazy...
Scario, il comune aderisce al progetto ASL...
Le aree marine Infreschi-Masseta e Castellabate...
I Modena City Ramblers alla Festa d'estate di...
Tutto pronto per la prima di La Speranza...
Silvia Mezzanotte in agosto a Bosco per la Festa...
Pubblicato il calendario eventi estate 2017 a San...
Carenza idrica estate 2017, a San Giovanni a Piro...

Rinvio a giudizio per diffamazione a mezzo stampa



Il Gup di Vallo della Lucania, Tiziana Santoriello, nell’udienza del primo febbraio ha accolto la richiesta di rinvio a giudizio del Procuratore della Repubblica dott.ssa Ivana Niglio, formulata nei confronti dell’emittente televisiva 105 Tv per l’imputazione del reato di diffamazione con l’aggravante del mezzo della stampa. Ottiene per ora parziale riabilitazione la reputazione della persona offesa:  Giuseppe Apicella.

I fatti risalgono al marzo 2013 quando Apicella veniva sottoposto dai carabinieri della Stazione di Vibonati alla misura cautelare della arresto - facoltativo in stato di flagranza - per l’ipotesi delittuosa di furto aggravato di energia elettrica. Il P.M. competente disponeva in maniera immediata il regime degli arresti domiciliari.

Il 25 marzo 2013 il “telegiornale dell’emittente 105 T.V.”, condotto all’epoca da Roberta Cosentino, il cui servizio specifico aveva voce narrante della collega Antonietta Nicodemo, nell’informare dell’episodio relativo all’arresto di Apicella, dichiarando l’identità dello stesso, l’età e la residenza in Scario, riferiva, più volte durante il servizio, espressioni passibili di diffamazione quali: il “ladro”, il “ladro scariota già noto alle forze dell’ordine”. Soltanto il 26 marzo si teneva l’udienza di convalida dell’arresto con la chiusura delle indagini preliminari. Apicella, per conto del suo difensore, avv. Flavio Beati, ritenendo lesa la sua reputazione in virtù della sua dettagliata identificazione, presentava immediata istanza di querela alla Procura della Repubblica di Vallo della Lucania.

In questi giorni la notizia di rinvio a giudizio (al 3 luglio prossimo) dell’emittente televisiva difesa dall’avvocato Franco Maldonato.

In attesa del dibattimento esprime soddisfazione l’avvocato Beati sottolineando che “la Suprema Corte di Cassazione già con sentenza del 1995, n.° 221, ha statuito come giammai una persona, sebbene tratta in stato di arresto o addirittura condannata (figurarsi in ipotesi d’imputazione provvisoria) per ipotesi di furto, possa essere chiamata con il termine diffamatorio di “LADRO”, dovendo, per tale pronuncia, sussistere tre condizioni affinché vi sia la scriminante del diritto di cronaca, ossia:”a) che la notizia sia vera; b) che esista un interesse pubblico alla sua divulgazione in relazione alla sua rilevanza; c) che l’informazione sia espressa in termini civili, ossia non offensivi dell’altrui onore””.

Comunicato stampa

Altri articoli Cronaca

0 Commenti

   Per scrivere e visualizzare i commenti occorre la registrazione ! Registrati
Se sei già registrato effettua il login