Zazza

Mareggiata, ingenti danni nei litorali del basso Cilento. Ripercorriamo il fenomeno tra dati scientifici, stima dei danneggiamenti e immagini spettacolari (foto e video)



Il maltempo dei giorni passati ha scatenato delle fortissime mareggiate, che hanno provocato danni in molte località balneari del basso Cilento e del golfo di Policastro.

Ad esempio, Villammare non conosceva una mareggiata così forte dal 1987, mentre a Scalea l’acqua è arrivata anche all’interno della cittadina, creando notevoli problemi e danni, soprattutto sul lungomare, dove le strutture balneari e gli edifici che lì si trovano hanno ricevuto il colpo più duro, costringendo il sindaco Gennaro Licursi ad una riunione d’emergenza.

Situazione analoga a Maratea, dove la forza dell’acqua ha creato notevoli danneggiamenti alle strutture, facendo addirittura affondare alcune imbarcazioni. Problemi in particolare al Molo Nord del Porto e all'infrastruttura della spiaggia di Fiumicello, tanto che il Sindaco Domenico Cipolla ha annunciato che chiederà il risarcimento dei danni da calamità naturali. "E' stato un disastro" ha dichiarato il Sindaco (in basso un video della giornata). Ciò ha portato il Comune a chiedere l’intervento della regione Basilicata, anche perché il disagio ha coinvolto la viabilità rendendo il luogo difficilmente raggiungibile, anche a causa delle frane che a volte colpiscono il Comune.

Il litorale di Sapri non è stato esente dalla calamità, con il mare che  ha invaso la statale 18 in più punti, costringendo il Sindaco Antonio Gentile a chiudere l'arteria stradale al traffico. Le immagini sono state trasmesse il giorno seguente anche dal tg nazionale di Rai 1 (nel video in basso, postato dai colleghi di Saprilive.com).

Anche il litorale di Marina di Camerota è stato colpito duramente: le onde, alte anche 5 metri, si sono abbattute sulla massicciata che protegge l’arteria che collega Marina di Camerota a Palinuro e allo svincolo che conduce alle uscite della strada provinciale 430 Cilentana, direzione Salerno e direzione Sapri. “Una mareggiata così, negli ultimi 40 anni, si è verificata solo sette volte" hanno affermato gli esperti all’indomani dell’evento. Il picco maggiore del fenomeno si è avuto alle ore 9.00. I dati sono stati resi noti dal Comune di Camerota, secondo le informazioni scientifiche rilevate da boe posizionate a largo di proprietà di una società idraulica marittima privata.

29472236_1703680586389644_5123774032826597376_n

Il sindaco Mario Salvatore Scarpitta ha ottenuto l’intervento di somma urgenza da parte della Provincia di Salerno e i lavori di ripristino sono prontamente iniziati.

Strada Mingardo Cala del Cefalo429573252_1705857202838649_4754297840845942040_n29541950_1705857212838648_2456572506085178246_n

Molti disagi e danni dunque, ma non sono mancati momenti particolari, come l’onda che a Marina di  Camerota ha creato la forma di un viso umano (c'è chi vede nella forma i lineamenti di un angelo o il volto della ninfa Kamaraton.). La foto, realizzata da  Giorgio Iannuzzi, è subito diventata virale in rete.

Giuseppe Grieco

142228685-d60a721e-6199-4baa-bec1-96458fc2e6b3

Altri articoli Cronaca

0 Commenti

   Per scrivere e visualizzare i commenti occorre la registrazione ! Registrati
Se sei già registrato effettua il login