Gabetti
Breaking News
Cilento, prende il via domani ''E...Vivi...
Corsa del Mito, Tuttinsieme dedica la nona...
Il Piano di Zona S9 cerca operatori per i servizi...
I Ditelo Voi e I Sonohra alla Festa di...
Sbloccati i fondi Feamp per il porto di Marina di...
Maratea, riapre il porto dopo la mareggiata
Centola, tolleranza zero contro gli...
Camerota, Delegata al Decoro lancia appello ai...
Camerota, sugli smartphone dei cittadini un...
San Giovanni a Piro, terzo incontro sul tema...
Piacenza: alla 166esima Festa della Polizia...
Centola, finanziati 5 progetti per la messa in...
Graficamente Love Cilento
Ad uccidere il giovane Antonio Pascuzzo e' stata...
Alla Corsa del Mito un seminario di aggiornamento...
Carelli nuovo Comandante della stazione dei...
Carnevale del Cilento 2018, vince Marina di...
Lentiscosa, condotta idrica in amianto-cemento:...
Vincenzo Summa di Picerno conquista il Trout...
Franco Magliano della Cilento Run a Seregno per...
Omicidio Pascuzzo, arrestato un 18enne
San Giovanni a Piro a Portici per la...
Capaccio, giornata del benessere tra le erbe...
A Camerota un software innovativo per l'imposta...
Il giovane Antonio Alexander Pascuzzo e' stato...
Buonabitacolo, ritrovato senza vita il corpo di...
Dalla Regione fondi ai musei della civilta...
Scario, auto contro i tavolini di un bar,...
Bianco Tanagro, programma ufficiale e i...
Corsa del Mito, boom di iscritti
Mille studenti per visitare le bellezze di...
Ceraseto in fiamme, il Consigliere regionale Enzo...
Due boati spaventano i cilentani, colpa di 2...
Il Sindaco Pescatore approda al Teatro San Carlo...
Consac apre altri due sportelli fisici a Sapri e...
''Frammenti di emozioni'', la nuova opera di...
Doppia iniziativa del Forum dei Giovani della...
Giuseppe Tripari taglia il traguardo delle 200...
Fiamme avvolgono il Ceraseto, distrutto uno dei...
Fratelli d'Italia, il sindaco di Santa Marina...
Sommozzatore spagnolo salvato dalla Guardia...
Certosa di Padula, dal 7 aprile al 3 giugno Nova...
Battiti di Pesca ritorna tra i banchi di scuola!...
Ritorna il Meeting del Mare, ufficializzati gli...
Incremento delle forze dell'ordine a Camerota,...
Ogni anno, il martedi' dopo Pasqua, il Santuario...
Sapri, prodotti cosmetici e alta moda ''made in...
Torraca, Cittadinanza Onoraria all'Ing. Nicola...
Francesco De Gregori, Luca Barbarossa e Luca...
Pyros 226: speciale elezioni, matrimoni a...
28 milioni di euro per gli artigiani dalla...
A Pasquale Nicodemo e Graziano Sisinni il Gran...
San Giovanni a Piro, nasce l'Associazione...
EQUINOZIO D'AUTUNNO XIII edizione: anteprima 22...
A Policastro Bussentino il Corso di Formazione...
Grande Concerto di Francesco De Gregori a Scario...
Foto e Corti dal Cilento, il premio dedicato a...
Bianco Tanagro sempre piu' green! le...
Echi dal mare: 'Tuttinsieme' indice la terza...
BUONISSIMI 2018, ufficializzate le coordinate...

Sommozzatore spagnolo salvato dalla Guardia Costiera nelle acque di Capo Palinuro



Un sommozzatore spagnolo è stato salvato oggi pomeriggio dalla Guardia Costiera nelle acque di Capo Palinuro. 

Alle ore 17 è scattata l’emergenza. A dare l’allarme è stato il compagno di uscita che, rimasto ad attenderlo a bordo della barca di appoggio alle immersioni, in prossimità di “Punta Spartivento” di Capo Palinuro, non l’ha più visto rientrare. Perse le speranze, ha acceso i motori facendo rotta verso il porto di Palinuro e segnalando la scomparsa alla Capitaneria di porto – Guardia Costiera.

Immediati i soccorsi con l’invio in zona della Motovedetta Search and Rescue CP814 di Marina di Camerota e di una Motobarca della cooperativa porto di Palinuro (con a bordo anche personale della Guardia Costiera) resasi subito disponibile per collaborare nelle attività di ricerca. In questi casi la tempestività è fondamentale.

Dalla sala operativa della Guardia Costiera è stato richiesto sin da subito l’intervento dei sommozzatori dei Vigili del Fuoco di Salerno ed è stata contestualmente attivata una squadra dei sommozzatori speleologi dei VVF di Roma. Richiesto anche l’intervento in porto di una ambulanza medicalizzata del 118 e preallertata la camera iperbarica dell’ospedale “San Leonardo” di Salerno e la sala operativa per l’impiego dell’elicottero per eventuale elisoccorso in caso di necessità.

Fortunatamente il sub disperso era riemerso in un punto distante dall’unità appoggio e, a causa del peggioramento delle condizioni meteo-marine, aveva trovato riparo tra gli scogli del costone roccioso in attesa dei soccorsi.

Immediatamente avvistato dalle unità intervenute in zona per le attività di ricerca di superficie, è stato tratto in salvo dalla motovedetta della Guardia Costiera CP814 e portato a terra nel porto di Palinuro dove ad attenderlo vi era l’ambulanza medicalizzata per le cure del caso.

Per fortuna nulla di grave, solo tanta paura per i due giovani spagnoli di 28 e 25 anni, per la prima volta a Palinuro con la sola voglia di ammirare le bellezze sommerse che caratterizzano i fondali del Cilento.  

Questa volta è andata bene, l’occasione è stata utile per testare ancora una volta la macchina dei soccorsi che nel giro di pochi minuti si è azionata brillantemente con l’attivazione di tutte le forze che cooperano per la salvaguardia vita umana in mare sotto il coordinamento della Guardia Costiera.

L’evento, risoltosi positivamente, pone l’accento sull’importanza di affrontare il mare con prudenza, preparandosi in modo opportuno ad ogni tipo di attività. Ancora di più quando si tratta di immersioni subacquee. Dotarsi degli equipaggiamenti di sicurezza previsti e rispettare le prescrizioni dettate dalle norme nazionali ed internazionali oltre che dalle ordinanze di sicurezza della navigazione della Capitaneria di porto è solo l’inizio. Le immersioni devono essere programmare, pianificare e preparare in modo puntuale. Ogni accorgimento ulteriore può rivelarsi utile per la salvaguardia della vita umana in mare.

"Al fine di iniziare preparati la stagione balneare - spiega il Tenente di Vascello (CP) Giovanni Paolo Arcangeli dell'Ufficio Circondariale Marittimo di Palinuro - invitiamo tutti gli amanti del mare, della nautica e delle immersioni a contattare le Capitanerie di porto competenti per territorio per richiedere ogni tipo di informazioni su divieti, prescrizioni, obblighi per una fruizione sicura del mare e delle spiagge. Con l’occasione ricordiamo che il numero blu per le emergenze in mare è il 1530 e che il canale radio VHF per le chiamate di emergenze è il CH16. Inoltre ricordiamo che informare parenti e amici sulle attività che si intendono svolgere in mare, sulle zone di intervento e sui tempi per il rientro, consente a chi è in apprensione di poter dare un allarme tempestivo, primo passo per una positiva risoluzione di una emergenza".

COMUNICATO STAMPA

IMG-20180406-WA0019IMG-20180406-WA0021IMG-20180406-WA0025IMG-20180406-WA0027

Altri articoli Cronaca

0 Commenti

   Per scrivere e visualizzare i commenti occorre la registrazione ! Registrati
Se sei già registrato effettua il login