Gabetti
Breaking News

Guardia Costiera: intensificata l'attivita di polizia ambientale sulle spiagge e nell'Area Marina Protetta



Continua l’attività della Guardia Costiera a tutela dell’ambiente e del demanio marittimo, con particolare riferimento alle zone soggette a speciale protezione.

Gli uomini della Guardia Costiera di Camerota, al comando del Primo Luogotenente Massimo GIULIANO, hanno sequestrato nella giornata odierna alcune opere che sarebbero state realizzate abusivamente all’interno di uno stabilimento balneare nella zona del Mingardo "in violazione dei vincoli ambientali e paesaggistici".

Le opere sequestrate consistevano in un’area di deposito rifiuti vari nella zona dunale e in un deposito attrezzi.

Gli uomini della Capitaneria di Porto hanno inoltre accertato che l’attività di bar all’interno dello stabilimento balneare "era svolta abusivamente da un soggetto non autorizzato" dal Comune di Camerota, competente per la gestione del demanio marittimo.

Il titolare dello stabilimento balneare e l’esercente abusivo sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria per inosservanza di norme del Codice della Navigazione, del Codice dei beni culturali e del Paesaggio e del Testo unico sull’edilizia, stante la violazione dei vincoli posti a tutela del demanio marittimo, in una zona sottoposta a particolari restrizioni del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano e all’interno di un Sito di importanza comunitaria.

Continua incessante nel frattempo l’attività a tutela dell’Area Marina Protetta “Costa degli Infreschi e della Masseta”. Negli ultimi giorni sono stati elevati diversi verbali amministrativi a carico dei proprietari di imbarcazioni da diporto per il mancato rispetto dei divieti del Parco imposti con il nuovo disciplinare.

Il Comandante della Guardia Costiera di Palinuro, Tenente di Vascello Giovanni Paolo ARCANGELI, che ha coordinato l’operazione, fa sapere che i controlli non si fermeranno, anzi saranno intensificati nel mese di agosto, con un’attenzione particolare nei confronti della sicurezza dei bagnanti. Continueremo a sanzionare ogni stabilimenti balneare che esercita l’attività in violazione dell’ordinanza di sicurezza balneare emanata dall’Ufficio Circondariale Marittimo di Palinuro.

Al contempo, lo stesso comandante, sensibilizza tutti  i fruitori del mare che nei prossimi giorni popoleranno le splendide spiagge del Cilento a rispettare le prescrizioni di sicurezza previste dalle ordinanze di sicurezza e di polizia marittima. Nello specifico si ricorda il divieto di effettuare il bagno nei corridoi di lancio e nelle zone di ormeggio delle unità nonché il pericolo di effettuare il bagno fuori dalla zona riservata alla balneazione. Allo stesso tempo si ricorda ai diportisti di mantenere la velocità minima di governo nei corridoi di lancio e in prossimità delle zone riservate alla balneazione nonché di non avvicinarsi alle coste a picco interdette perché soggette a movimenti franosi.

Ogni fruitore del mare e delle spiagge potrà segnalare qualsiasi problematica di sicurezza e ambientale alla sala operativa dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Palinuro oltre che agli Uffici di Guardia Costiera di Marina di Camerota e Sapri. 

 COMUNICATO STAMPA

Altri articoli Cronaca

0 Commenti

   Per scrivere e visualizzare i commenti occorre la registrazione ! Registrati
Se sei già registrato effettua il login