Gabetti
Breaking News
Sapri: maggioranza e opposizione unite contro la...
Tutti a Bosco per la Festa della Castagna!
3 milioni di euro al Comune di San Giovanni a...
Roccagloriosa e le sue antiche bellezze presente...
Sul porto di Marina di Camerota nascera' il Museo...
Salerno: domani Consiglio provinciale....
Viabilita', stanziati 553 milioni per 285...
Finanziata opera storica: oltre 1 milione per la...
Sicurezza degli edifici scolastici, fondi dalla...
Premio Nassiriya per la Pace, a ritirare il...
Santa Marina: contributi per la realizzazione di...
La Diocesi di Teggiano Policastro organizza una...
Dal 1 gennaio 2019 chiudera' il punto nascita...
Turismo: appuntamento a Palinuro per la tavola...
Incidente nel golfo di Policastro: marittimo...
L'Europa chiama il Cilento: giovani aspiranti...
Presentato in Provincia di Salerno il progetto...
A Sapri la presentazione del libro 'Miti e...
Camerota, via ai lavori al porto. Scarpitta:...
Torna il Premio Internazionale Nassiriya per la...
Camerota, arriva la fibra ottica ultraveloce....
Cento anni dalla fine della prima guerra...
Il brigantaggio, ''fenomeno da rivalutare''....
Direttamente da Kabul il videomessaggio di auguri...
Michele Strianese nuovo Presidente della...
Pyros 233 in edicola: 40esimo Famiglia...
Piano di Zona S9, nuove opportunita di formazione...
Il Vescovo De Luca conclude la Settimana Mariana,...
Diffamazione: assolto Dario Vassallo
Da Teggiano a Taranto due giovani conquistano la...
Il PNCVDA alla Barcolana di Trieste annuncia la...
Italia nascosta, l'Oasi di Morigerati tra i 65...

Diffamazione: assolto Dario Vassallo



Dario Vassallo, fratello del Sindaco Pescatore Angelo Vassallo e Presidente dell’omonima Fondazione, è stato assolto dall’accusa di diffamazione. “Era solo. Mi aveva confidato che i carabinieri del posto erano una nullità”, questa la frase incriminante che secondo l’accusa avrebbe offeso la reputazione dei militari.

La sentenza è arrivata oggi, 24 ottobre 2018, presso il Tribunale di Vallo della Lucania.  
"Assolto perché il fatto non sussiste. - Il commento di Vassallo -
Questa sentenza è solo uno dei tanti e innumerevoli problemi che durante questi lunghi 8 anni io e mio fratello Massimo abbiamo affrontato. A me risulta alquanto ‘particolare’ che carabinieri della caserma di Pollica mi abbiano querelato per cose da me dette dopo due giorni dall'uccisione di Angelo. A me risulta alquanto ‘particolare’ che a questa prima querela siano seguite altre 4 da parte di carabinieri che lavoravano a Pollica nei giorni dell'uccisione di Angelo o che soggiornavano in quei giorni ad Acciaroli o solo perché originari di Pollica. A me risulta alquanto ‘strano’ che la Procura di Vallo della Lucania abbia dato seguito a tale querele. Quando da ragazzo facevo il pescatore con mio padre e i miei fratelli, la cosa più noiosa era l'attesa. Ho imparato ad apprezzare anche questo momento, lungo 8 anni. Siamo solo all'inizio. La storia non si può arrestare”.

Altri articoli Cronaca

0 Commenti

   Per scrivere e visualizzare i commenti occorre la registrazione ! Registrati
Se sei già registrato effettua il login