Zazza
Breaking News
Una croce per Simon
Oltre il disagio ed il bisogno: Il Piano di Zona...
Tutto pronto per l'ottava edizione del Camerota...
Emozionante cerimonia a Ciolandrea per la...
Emergenza Covid-19, Fortunato annulla fiera...
Film d'autore sotto le stelle a Morigerati, al...
L'associazione Ad Arte si racconta e presenta il...
Radio Kiss Kiss alla scoperta di San Giovanni a...
Rai 1 si innamora dell'Area Marina Protetta Costa...
Piano di Zona S9: con il progetto ITIA partono i...
Grandi classici oltre il tempo presso l'arena...
Bosco borgo cardioprotetto
Storie in piazza 2020, ''un percorso dedicato...
San Giovanni a Piro, negativo anche il terzo...
San Giovanni a Piro, negativo il secondo tampone...
San Giovanni a Piro, Terranostra ha avviato la...
San Giovanni a Piro ancora in Tv, grazie allo...
Gusto Italia in tour: da giovedi a tutto Cilento,...
Coronavirus, un caso anche a San Giovanni a Piro....
Grazie a tutti
Per il Covid annullato il Pellegrinaggio a piedi...
Dopo Linea Blu anche La Vita in diretta arriva a...
Momenti di non trascurabile bellezza Puntata n.4:...
Il nostro mare a portata di click, attiva l'app...
San Giovanni a Piro, la Masseta e il Cilento su...
L'Infinito di Valentina Cetrangolo conquista il...
San Giovanni a Piro riceve la qualifica di...
Morigerati, bus navetta gratuita per i turisti,...
Riaperta a Scario la spiaggia della Resima e...
La legalita' vista dagli occhi delle nuove...
Confermate le 5 Vele di Legambiente per il Comune...
Emergenza coronavirus, rimandata al 2021 l'XI...

Violazioni alla normativa ambientale: sotto sequestro diversi depuratori della costa del Cilento



Nell’ambito dell’attività investigativa in materia ambientale espletata in diversi Comuni della costa cilentana da parte della Guardia Costiera e con il prezioso contributo dell’ARPA Campania - Agenzia di Salerno diretta dal Dott. De Sio, sono stati posti sotto sequestro 4 impianti di depurazione. L’attività d’indagine, condotta sotto l’attento coordinamento del Procuratore Capo Dott. Antonio RICCI della Procura della Repubblica di Vallo della Lucania, ha permesso di accertare una serie di illeciti perpetrati in violazione delle norme che disciplinano gli scarichi dei reflui fognari, i quali confluivano nei corpi idrici superficiali senza un adeguato trattamento di depurazione ovvero senza alcun pretrattamento, mediante linee recondite di bypass.

Su disposizione dell’A.G., sono stati eseguiti i provvedimenti cautelari di sequestro con conseguente deferimento all’Autorità Giudiziaria di 9 persone iscritte nel registro degli indagati.

Il blitz, partito nella mattinata di oggi, ha visto impegnati gli uomini della Guardia Costiera di Palinuro, di Agropoli e dell’ Aliquota di P.G. della Guardia Costiera presso la Procura della Repubblica di Vallo della Lucania, in un’operazione congiunta su tre comuni costieri del Cilento: Ascea, Camerota e Castellabate. 

La complessa attività di controllo sui depuratori, con la collaborazione dell’ARPA Campania (Agenzia Regionale Protezione Ambiente), ha portato ad accertare per gli impianti di depurazioni ed annesse stazioni di sollevamento posti sotto sequestro, l’assenza di autorizzazioni allo scarico e l’inadeguatezza strutturale e funzionale.

Per tale motivo i depuratori sono risultati inidonei a garantire il rispetto dei limiti tabellari previsti dalla normativa vigente per il refluo immesso nelle matrici ambientali.

Analoghe attività investigative sono ancora in corso sull’intero territorio di giurisdizione della Procura di Vallo della Lucania.

 Comunicato stampa

Altri articoli Cronaca

0 Commenti

   Per scrivere e visualizzare i commenti occorre la registrazione ! Registrati
Se sei già registrato effettua il login