Zazza

San Giovanni a Piro: emozione per l'evento culturale in onore della Madonna di Pietrasanta (FOTO)



Ieri sera si è tenuto nella Chiesa Parrocchiale di San Giovanni a Piro il consueto appuntamento culturale in preparazione della Festa di Pietrasanta. L’evento sul tema “Pietrasanta tra fede, cultura, storia e tradizioni” è stato proposto dalla Parrocchia di San Pietro Apostolo e dall’Associazione Basiliana con il contributo della Fondazione Pietro De Luca. Buona la partecipazione del pubblico, intervenuto anche dai paesi vicini.

L’incontro, moderato dall’ing. Gennaro Marotta, Presidente dell’Associazione Basiliana, è stato introdotto da un video che ha ripercorso la storia del Santuario, attraverso fotografie storiche, pietà popolare ed eventi degli ultimi anni, fino all’incoronazione della Statua della Madonna di Pietrasanta ad opera di Papa Francesco.

Don Pietro Scapolatempo, con l’ausilio di e fotografie e documenti originali trasmessi sul maxi schermo, ha spiegato le origini, bizantine, del Santuario, formulando diverse ipotesi storiche, concludendo con le commoventi parole del Vescovo Bruno Schettino. Le note del coro parrocchiale, che ha eseguito un antico inno alla Vergine, hanno concluso la prima parte.

Poi spazio alle testimonianze. Maria Cetrangolo ha raccontato l’emozione provata realizzando un quadro raffigurante il Santuario con la tecnica del punto a croce, un lavoro incredibilmente realistico durato ben 5 anni. Giuseppe Laino ha donato alla platea il ricordo dei difficili anni dell’emigrazione in Venezuela. Nel “nuovo mondo” Laino si impegnò attivamente assieme ad altri concittadini per inviare fondi alla festa in Paese. Gli anni da emigrante sono stati vissuti e superati proprio grazie alla devozione e all’aiuto della Madonna di Pietrasanta. Infine Antonio Fierro ha parlato della sua recente esperienza come volontario a Gerusalemme per 3 mesi presso il Museo della flagellazione. Fierro ha raccontato come è la quotidianità in Terra Santa, un luogo sacro e mistico dove riescono a convivere fedeli di tre religioni diverse.

L’evento è terminato in bellezza con l’intervento del prof. Giuseppe Caruso. Dopo aver raccontato, con la voce rotta dalla commozione, alcune vicende personali, Caruso ha illustrato, con la solita maestria e passione, una celebre opera di Alessandro Manzoni, “Il nome di Maria”, il famoso Inno Sacro manzoniano dedicato alla Madonna.  

Andrea Sorrentino

Altri articoli Esperienza Religiosa

0 Commenti

   Per scrivere e visualizzare i commenti occorre la registrazione ! Registrati
Se sei già registrato effettua il login