Zazza

San Giovanni a Piro: approvato il regolamento per l'applicazione della nuova Imu



In data odierna è stato convocato il Consiglio comunale straordinario del Comune di San Giovanni a Piro. Consiglio al completo, presente anche l'opposizione. Tra i primi provvedimenti, è stato approvato Il nuovo regolamento dell’Imu in quanto a livello nazionale è nata l’esigenza di accorpare IMU e TASI. Si tratta di una nuova tassa che prende il nome di nuova IMU. È un regolamento formato sulla base di innesti forniti dal ministero e creato in base alla sostenibilità economica comunale per evitare ulteriori sgravi che potrebbero crearsi per i cittadini.

Grandi novità per le esenzioni: si salvaguardano  quelle previste già nella “vecchia imu” e sono esentati  dal pagamento della tassa sulla prima casa i cittadini residenti all’estero iscritti Aire.

È prevista inoltre esenzione per i terreni agricoli, quelli destinati al pascolo, terreni montani e quelli destinati al possesso indivisibile o usucapibile più fabbricati di proprietà della Santa Sede.

Inoltre è stato applicato un decurtamento di contributo pari al 50% per fabbricati di destinazione storica, immobili inagibili o inabitabili, abitazioni concesse in comodato ai parenti in linea retta.  Sono compresi inoltre Immobili composseduti (possedimenti condivisi tra parenti con quota del 50%). Il regolamento è stato approvato a maggioranza dei membri con l’astensione dei consiglieri di minoranza.

Si è discusso inoltre riguardo aliquote delle tasse, non c’è stato aumento sulla nuova IMU. Si passa dall’8,6 al 9,6 per 1000, in quanto sono state accorpate due imposte.

È stato disposto il rinvio del bilancio consolidato delle società di gruppo, un adempimento che non è obbligatorio per  i comuni inferiori a 5000 abitanti.

Federica Costantini

A richiesta di integrazione si aggiunge quanto segue:

"Lo scrivente avv. Alberico Sorrentino, nella qualità di consigliere, ha sottolineato come la notifica della convocazione a soli 3 giorni dal consiglio non ha consentito alla minoranza di prendere contezza del regolamento sulla nuova Imu, per tale ragione il gruppo liberi di scegliere pur esprimendo soddisfazione per le esenzioni riservate agli iscritti Aire (oggetto del nostro programma elettorale) si sarebbe astenuto onde poter analizzare al meglio il regolamento che, come precisato dal Sindaco, "è una base da cui partire per essere integrato da ulteriori proposte". 

In secundis, prima che l'assise fosse sciolta, lo scrivente richiamava l'attenzione sull'emergenza Covid 19. 

Infatti, pur comprendendo le difficoltà nella gestione della fase attuale e solo allo scopo di dare certezze alla popolazione sottolineava la necessità di una comunicazione puntuale e tempestiva. 

A tal riguardo il Sindaco ragguagliava i presenti sulla situazione epidemiologica.

Si chiedeva inoltre contezza di eventuali risorse ulteriori da mettere a disposizione di quanti, a causa dell'emergenza, avessero bisogno di beni di prima necessità. 

Il consigliere senape replicava sottolineando che si è in attesa del risorse del decreto ristoro varato dal Governo Conte, mentre il Sindaco chiariva che al momento non sono previsti ulteriori aiuti rispetto alle risorse stanziate a marzo (pacchi alimentari e buoni spesa)". 

Altri articoli Politica

0 Commenti

   Per scrivere e visualizzare i commenti occorre la registrazione ! Registrati
Se sei già registrato effettua il login