Zazza
Breaking News
Tour della Legalita' per la sesta edizione del...
L'associazione Concerto Bandistico Citta' di San...
Mareggiata sradica 60 metri di un muro di...
Santa Marina, chiusura strada Panoramica
Sapori Autentici, dal 22 al 24 novembre a...
Camerota, testimonianze e commozione per la sesta...
Inchiesta ''Kamaraton'': i Consiglieri Calicchio...
Corbella Experience: continua l'autunno goloso...
Dillo con un grazie e sii felice
Una lampada scialitica e un letto...
L'Associazione ''Controluce'' organizza il...
Presso il Museo Vivente della Dieta Mediterranea...
Nasce il Coordinamento nazionale Mare libero
L'Associazione Ad Arte presenta il nuovo progetto...
Prima vittoria in carriera per Sandro Paladino....
Auguri a zio Felice Magliano, il piu' longevo del...
Sapri: Guardia Costiera sequestra officina...
Il mantello d'amore, a Sapri un interessante...
''Un applauso a tutti i volontari del...
Le t-shirt di Roberta da Scario in favore della...
Comuni ricicloni 2019, Tortorella al primo posto...
Camerota, premio Inula: poesia a Barreca,...
Celle di Bulgheria, Gino Marotta eletto nel...
Inaugurato a San Giovanni a Piro il laboratorio...
11 milioni per il Comune di San Giovanni a Piro,...
Turismo genealogico: dal Brasile a Bosco. Il 7...
CAI Montano Antilia - MIUR : un'intesa volta alla...
Il centro storico di Morigerati ha accolto i...
Autismo: conosciamolo meglio
Il COA di Vallo della Lucania organizza un corso...
Camerota, attivo sportello on line del...
Grosso incendio tra i comuni di San Giovanni a...
20 anni in compagnia di Pyros

20 anni in compagnia di Pyros



19 marzo 1999: il “gruppo della lavanderia”, capitanato da un giovane avvocato, dà alla luce il primo numero di un giornale, il “Pyros Informazioni”. La missione è dichiaratamente “territoriale”, ma proprio per questa peculiarità l’idea avrà vita lunga nel tempo. Passano gli anni  e il mensile cresce assieme all’avvocato, Salvatore Paradiso, per tutti già “Direttore”, e ai suoi tanti collaboratori. Dalle edizioni stampate con la fotocopiatrice di casa e alla vendita post “messa della domenica” si arriva alle edicole, con copertina rigorosamente gialla curata dalla locale tipografia “Garofalo”. E’ il primo salto professionale del giornale (per i sangiovannesi resterà sempre, affettuosamente, il “giornalino”). Arriva un editore, gli sponsor e gli abbonati: locali, in altre regioni italiane e, addirittura, all’estero. Il legame con le origini è forte da parte degli emigrati, ancora non esistevano i social e quello era l’unico modo per tenersi informati sugli avvenimenti del paese natale. Poi un nuovo “salto di qualità”, con un cambio di grafica a colori, realizzata da professionisti (Pino Sorrentino prima, dal 2005 per 3 anni, l’ideatore del logo, e Gianluigi Tedesco poi, che con la sua “Strana Officina” ci tiene compagnia dal 2008) e l’ufficializzazione di una vera redazione. Infine una svolta epocale, per restare a passo con i tempi: lo sbarco su internet con la nascita del portale Pyrosonline. Tanti i ruoli messi in campo dall’Associazione MediaPyros in quel periodo: il Direttore del giornale era sempre Salvatore Paradiso, coadiuvato da un giovane e promettente vice, Alberico Sorrentino; completavano la redazione Andrea Sorrentino (Caporedattore del sito e responsabile dei social), Enza De Martino e altre giovani e volenterose penne; l’Associazione era curata in tutti i suoi aspetti amministrativi (e lo è ancora oggi) da Sandro Paladino, che si occupava anche degli abbonati, con lui il responsabile della pubblicità  Domenico Sorrentino.

Dopo 17 anni di attività il Direttore Paradiso decise di mettersi da parte, per dare spazio ai “giovani”. Prenderà il suo posto il vice, l’avv. Alberico Sorrentino. Siamo nel 2016 e, in occasione del 200esimo numero, per dare risalto all’importante traguardo ma anche per salutare degnamente l’opera del Fondatore, la compagnia Pyros decide di dare alle stampe una Antologia, una raccolta di articoli pubblicati dal febbraio 1999 al gennaio 2016. Un libro che non racconta Pyros, ma la narrazione unica di quello che è accaduto sul territorio in 17 anni, grazie alla funzione di archivio storico del giornale.

Giungiamo così al presente. Ieri, martedì 19 marzo 2019, Pyros ha compito 20 anni di attività. Nonostante diverse difficoltà siamo ancora qua ad informare i cittadini. Lo facciamo attraverso il web e gli smartphone, padroni della comunicazione moderna, con il sito e i nostri canali social: facebook, twitter, youtube e instagram. L'Associazione negli anni si è occupata inoltre dell'organizzazione della storica “Corsalonga sangiovannese”, della presentazione di diversi libri (come “Spiagge, cale e borghi della Costa del Cilento”, “Le 100 meraviglie del Cilento e Vallo di Diano” e “Novelle Artigiane”), e la realizzazione di numerose iniziative culturali.

La distribuzione del cartaceo è terminata alla fine del 2018, dopo 234 numeri. Lo comunichiamo con la tristezza nel cuore. Purtroppo era arrivata l’ora. Diversi i fattori che hanno contribuito alla decisione, tra tutti una crisi del settore carta, del giornalismo e quella economica che attraversa l’Italia, l’avvento di internet e della comunicazione in tempo reale, la passione venuta man mano scemando, una crisi sociale che non risparmia, anche e soprattutto, San Giovanni a Piro, e un problema di ricambio generazionale. Siamo dell’opinione che un prodotto per essere realizzato e proposto al pubblico, deve rispettare determinati standard di qualità. Lo meritano i nostri affezionati lettori, fedeli compagni di 20 anni di storia. Quando questo non è più possibile l’impegno e il lavoro deve essere indirizzato altrove. E noi non ci abbattiamo. Nel frattempo abbiamo continuato a realizzare iniziative, tra cui la creazione del calendario del 2019.

Con la stessa passione, anche se con caratteristiche ovviamente diverse, continua la nostra missione di informazione del cittadino. Ci trovate sul web, venite a trovarci!

L'Associazione Culturale MediaPyros

Altri articoli Associazioni

0 Commenti

   Per scrivere e visualizzare i commenti occorre la registrazione ! Registrati
Se sei già registrato effettua il login