Zazza

Le biodiversita' del Cilento: termina in bellezza l'edizione 2019 del Concorso Foto e Corti dal Cilento della Fondazione Pietro De Luca. Premiati Fabiana Gerardo, Rachele Furiati, Giuseppe Rivello e Raffaele Marsicano



Le biodiversità del Cilento, questo il tema del dibattito della serata conclusiva del Concorso Foto e Corti dal Cilento 2019 della Fondazione Pietro De Luca. Un evento in cui il principale protagonista è stato cibo sano, assieme alle immagini e alle emozioni. Un particolare racconto del Cilento, un connubio di immagini, uomini e cibo, “espressione di cultura e di tradizione, strumento di convivialità e interazioni, custode di biodiversità e ponte insostituibile tra le generazioni”.

L’incontro, che ha avuto luogo sabato 15 giugno al CineTeatro Tempio del popolo a Policastro Bussentino, moderato come da consolidata tradizione dalla bravissima Cinzia Ugatti, è stato aperto dai saluti di Vincenzo De Luca, Presidente della Fondazione, e della moglie Mariagiacoma Gagliardo, vice Presidente, che ha illustrato al pubblico il tema del dibattito.

Tanti gli ospiti che hanno partecipato all’evento, tutti interventi davvero interessanti: per “la salute” Anna Passarelli, oncologa; Solidea D’Andrea, biologa marina, ha parlato della pesca; Edoardo Grieco, veterinario, ha raccontato il mondo della pastorizia; Antonio Pellegrino, Presidente della cooperativa sociale Terra di Resilienza ha portato la propria testimonianza sull’agricoltura, in particolare sulla coltivazione del grano; Mario Pellegrino, chef, e la simpaticissima Immacolata Zumpano, cuoca ancestrale, hanno raccontato le peculiarità della cucina tradizionale. I vari interventi sono stati intervallati dalle dolcissime note dell’artista Hartmut Saam con la sua fisarmonica.  La grande regista Lina Wertmüller attraverso un videomessaggio ha salutato pubblico e Fondazione, poco prima dell’intervento dello scrittore Maurizio de Giovanni. Il dibattito è terminato con un lungo e sentito applauso della platea alla memoria di Franco Zeffirelli, scomparso poche ore prima.

La serata è continuata con la proiezione delle opere finaliste, scelte della giuria composta da Antonio Barrella, fotografo, Gaetano Bellotta, giornalista e Frèdèric Lachkar, regista e attore.

La premiazione dei vincitori ha concluso degnamente l’evento: Fabiana Gerardo la prima classificata della categoria Foto singole con lo scatto dal titolo “Saperi ed identità”; per la Categoria Foto racconti primo posto per Rachele Furiati e la sua serie sulla vendemmia; Giuseppe Jepis Rivello ha conquistato il primo premio della categoria Video smart con il suo racconto su “Il barbiere e il Presidente”; per la categoria Cortometraggi vincitore Raffaele Marsicano con l’opera “Si può avere di più” con attore protagonista l’artista Gino Cogliandro.

Andrea Sorrentino

Altri articoli Attualita'

0 Commenti

   Per scrivere e visualizzare i commenti occorre la registrazione ! Registrati
Se sei già registrato effettua il login