Zazza

San Giovanni a Piro saluta il suo Comp'Aniello



Carissimo Amico,

poche semplici e vere parole per questo mio ultimo saluto.

Ti ricordo sempre con un affetto filiale e con sentimenti di gratitudine per tutto quello che in oltre 60 anni mi hai insegnato. Frequentavo i primi anni di scuola elementare quando iniziai il mio doposcuola, insieme a tanti altri ragazzi e giovani più grandi, nelle stanze della tua casa sotto l’arco Roma, che nei pomeriggi si trasformavano letteralmente in tante aule scolastiche.

Comp’Aniello, uomo del popolo, semplice e tranquillo (non lo rammento mai arrabbiato), ma molto intraprendente, infatti possedevi delle abilità e delle capacità che ti permettevano di affrontare e superare ogni situazione, un vero factotum: dalle lezioni private in qualsiasi materia a studenti di ogni ordine e grado, alle dichiarazioni dei redditi, dalla gestione dell’integrazione dell’olio con la Comunità Europea, all’impiego quale direttore instancabile dell’ufficio postale di San Giovanni a Piro e poi l’impegno familiare e la passione politica.

Quanti ricordi, quante emozioni, quante lotte, quante serate vissute insieme a tanti amici, molti dei quali già ti attendono festosi in Paradiso.

Non posso non rivivere le tante giornate trascorse al Meeting di Rimini visitando le mostre, partecipando agli incontri culturali e scientifici che tanto ti attiravano e poi il tradizionale appuntamento per gli acquisti nella Repubblica di San Marino.

Negli ultimi anni avevi dedicato parte delle tue giornate alla rivisitazione di alcune opere letterarie storico-religiose e la traduzione di alcune pagine del volume del Di Luccia sul Cenobio. E poi quel puntuale augurio domenicale introdotti da alcuni capolavori della pittura internazionale.

Ed ora ti saluto professò, abbraccio fraternamente uno ad uno i tuoi figli con le loro famiglie, mentre tu certamente hai già incontrato la tua cara Titina e tutti gli altri parenti ed amici.         

Rino Marotta

La redazione tutta esprimendo il proprio cordoglio alla famiglia per la perdita del caro Professore Aniello, amante della cultura, amico e storico collaboratore Pyros, lo saluta ripubblicando una sua vecchia intervista,  realizzata e pubblicata nel novembre del 2009. 

 

Altri articoli Attualita'

0 Commenti

   Per scrivere e visualizzare i commenti occorre la registrazione ! Registrati
Se sei già registrato effettua il login