Gabetti
Breaking News
A Scario una barca da pesca dedicata a Papa...
Urban Trek a Lentiscosa, tra chiese e maracuoccio
Sequestro preventivo al Porto di Policastro
Morigerati e' ancora Bandiera Arancione, lunedi'...
Comune consegna Aula Informatica a scuola....
L'Istituto Da Vinci di Sapri presenta il volume...
Inaugurata a Sapri la nuova sede Cisl (FOTO)
Strada chiusa: torna la postazione del 118
Presentato il regolamento per la concessione...
Gruppo Camerota Riparte: ''Dal Sindaco Scarpitta...
La scoperta: Federico Fazio, calciatore della...
La Diocesi di Teggiano Policastro celebra a...
Lotta al randagismo: Comune vieta abbandono...
Parte oggi la Scuola del Vangelo per la Forania...
Tutto si trasforma: esposizione di oggetti creati...
Nuovo bando per recuperare e valorizzare i beni...
Provincia di Salerno: successo di pubblico e di...
Scatti di pace: il tema della Festa annuale...
Camerota, pericolosa frana al Ciglioto: strada...
Sta per arrivare al Cineteatro Tempio del Popolo...
Marina di Camerota, un progetto per trasformare...
Resto al Sud: incentivi per i giovani...
Chiara Avagliano si dimette dalla carica di...
Presentazione del Marchio del Parco
Premiazione del contest ''Cosa vedono i miei...
Presepiando 2018, il video con tutte le opere in...
Palinuro ricorda i tre sub deceduti nella grotta
Torna ''Il mare d'inverno'', i volontari di Fare...
Camerota, turisti e cittadini raccontano la...
2 lontre a spasso nell'oasi Wwf di Morigerati...
Giochi d'azzardo, allarme rosso! Pyros 223 in...
Nasce ad Agropoli ''VIVICILENTO''
Nasce il logo Cilento Run: l'uomo al centro, le...
Pro Loco San Giovanni a Piro - Bosco: aperte le...
Il Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano e...
Dimentica borsa con 700 euro sul treno. Lieto...
Camerota, un nuovo comandante per i vigili urbani
Strade Provinciali, al via i lavori di messa in...
Santa Marina: primi passi per il nuovo, moderno,...
Camerota, approvato il regolamento per l'adozione...
Il Premio Letterario Roccagloriosa si prepara per...
Asl Salerno, partono i nuovi concorsi per...
Class Action contro Consac. Maione: ''a Santa...
7 mila euro per la sicurezza delle scuole di San...
Il 2018 si apre con un tuffo rigenerante nelle...
Il Premio del Sorriso 'Michele Russo' all'Ass....
Santa Marina: class action contro la Consac per i...
Provincia di Salerno, approvato il rendiconto 2016
Policastro Bussentino: salvata una Gru ferita da...
Incidenti di caccia, per il WWF Campania e'...
Omicidio Caruso, condannato a 14 anni Florin Nutu
Nel mondo del podismo campano irrompe l'ASD...
Il Giro d'Italia torna nel Cilento, vediamo nel...
Fede, tradizione e pieta' popolare: Rosalia...
Cilento Experience: un territorio da vivere. Tra...

Senzatetto a Sapri: Cittadinanzattiva scrive alla Diocesi, la Caritas risponde



Nei giorni scorsi Mario Fortunato, rappresentante di Cittadinanzattiva del golfo di Policastro, ha scritto una lettera indirizzata al Vescovo e alla Diocesi di Teggiano - Policastro, segnalando la grave situazione alcune famiglie del territorio, senza fissa dimora.

"Insieme con altre persone del gruppo di Cittadinanzattiva di cui faccio parte - scrive Fortunato nella lettera - abbiamo cercato di portare dei momenti di sollievo a queste persone, ma sono tantissimi i bisogni ed è impossibile poterli aiutare tutti, e in modo continuo. Sono persone (italiani e stranieri) che vivono alla giornata, ben disposti a svolgere qualsiasi attività, se gliene è data occasione; vivono di stenti e dormono sui cartoni, in stazione, sulla spiaggia, nei giardini pubblici, secondo la clemenza del tempo".

"Alcuni non sono barboni per scelta: sono semplicemente brave persone che non riescono a procurarsi i giusti compensi per vivere dignitosamente; e, non di rado, parte di quel poco che riescono a guadagnare, lo spediscono alle loro famiglie che abitano lontano. Purtroppo, qualcuno ha pure il coraggio di sfruttarli! - precisa il responsabile di Cittadinanzattiva  che conclude richiedendo l'intervento della Caritas e delle istituzioni locali - Eminenza, Signori, così non si può continuare. Non possiamo chiudere gli occhi, chinare la testa e continuare a camminare con indifferenza, lasciandoci alle spalle un poveretto che alle dieci di mattino (la foto è stata scattata qualche giorno fa sul lungomare di Sapri) resta appoggiato a un albero, in stato di abbandono, senza che alcuno muova un dito o faccia qualcosa. Non possiamo far finta di niente sapendo che un gruppo di persone dorme per strada, anche gente che durante il giorno lavoro. Che cosa fanno le Reti sociali e della solidarietà territoriale, dalla Caritas alle istituzioni locali? Occorre intervenire, al più presto. Sono esseri umani come noi, e non possiamo far finta che non esistono".

La risposta della Caritas della Diocesi di Teggiano - Policastro non si è fatta attendere. Il giorno dopo il Direttore don Martino De Pasquale ha inviato un comunicato stampa alle testate giornalistiche locali:

"In merito alla presenza di una famiglia senza dimora in stato di abbandono nei pressi della stazione ferroviaria di Sapri, facciamo nostra la segnalazione, con l’impegno di mettere in campo ogni azione utile a sollevare le condizioni di vita di questa famiglia. Un impegno che la Chiesa quotidianamente porta avanti nei confronti dei soggetti più vulnerabili delle nostre comunità. Un impegno affrontato in maniera sinergica con la rete delle parrocchie e con il supporto delle istituzioni locali.

A Sapri, cittadina importante del Golfo di Policastro, nonché snodo strategico delle vie di comunicazioni, per via di una importante stazione ferroviaria, accade con frequenza che si verifichino situazioni di persone che si trovino senza un tetto e senza un pasto caldo. Da dicembre 2015, è attivo, presso i locali adiacenti la Chiesa di Santa Croce in Via Nazionale a Sapri, il Centro di Ascolto della Caritas diocesana di Teggiano-Policastro. Un importante presidio che ci ha consentito e ci consente di intercettare innumerevoli situazioni di difficoltà, di indigenza, di fatica quotidiana di tante famiglie. È proprio grazie a questa finestra sulla comunità che la Caritas diocesana riesce a dare sostegno e a prendere in carico tante situazioni di disagio economico. Ben vengano le segnalazioni della comunità civile, la partecipazione di ogni cittadino al bene del prossimo e della comunità".

Andrea Sorrentino

Altri articoli Cronaca

0 Commenti

   Per scrivere e visualizzare i commenti occorre la registrazione ! Registrati
Se sei già registrato effettua il login